ASI - automotostoriche

Vai ai contenuti

Menu principale:

ASI

NEWS

IL PRESIDENTE DELL'ASI:
Non sono catorci. Conserviamo un pezzo di storia.


L'ASI con i suoi 220.000 soci e con i suoi 2500 eventi annuali, si schiera in pole per continuare a gestire il mondo dei veicoli storici oltre i 20 anni. Compito che ha svolto da oltre 50 anni con risultati soddisfacenti. Mantenere in vita un veicolo storico significa sacrifici, grandi o piccoli, comunque ogni veicolo ha delle spese di gestione e quindi avere un beneficio fiscale/assicurativo significa agevolare colui che ha deciso di conservare/collezionare un pezzo della nostra storia motoristica.
Il Presidente dell'ASI, con una lettera ai 250 Club Federati ha sollecitato ad attivarsi per poter salvaguardare i propri associati ricorrendo anche all'aiuto dei parlamentari collezionisti di veicoli storici iscritti ASI.
Con le certificazioni l'ASI ha valorizzato i veicoli storici, esaminando la loro originalità. Dichiarare che sono dei catorci da rottamare è un'offesa per tutte quelle persone che grazie a questi veicoli hanno lavorato, girato il mondo, si sono divertiti e soprattutto hanno portato in alto il nome della propria casa automobilistica; scrivendo, anno dopo anno, la storia del motorismo.
I veicoli certificati dall'ASI sono circa 501.300 e non i 5.000.000 e quelli che usufruiscono dell'agevolazione fiscale sono meno di 380.000 rispetto ad un parco veicolare di circa 40.000.000 di veicoli.
   

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu